Torna alla lista

Riserva Naturale Monte Conca

Campofranco CL IT

Nel territorio della Riserva naturale di Monte Conca, oltre a numerose testimonianze archeologiche, sono presenti due importanti grotte, entrambe attraversate da un torrente sotterraneo: la Risorgenza e l’Inghiottitoio.

La Riserva naturale integrale di Monte Conca è stata istituita nel 1995 dalla Regione Siciliana al fine di salvaguardare un territorio, ampio 245 ettari, in cui ricadono sia due importanti grotte, scavate nei millenni dall’azione erosiva dell’acqua nella roccia gessosa, sia fenomeni carsici superficiali di notevole interesse scientifico, inseriti in un paesaggio di eccezionale bellezza e valenza naturalistica.

La Riserva interessa il territorio dei Comune di Campofranco, ed è stata affidata in gestione ad una associazione ambientalista, il Club Alpino Italiano, che ne cura la sorveglianza, la fruizione, la valorizzazione e la conservazione dell’ambiente naturale.

L’intera area della Riserva è attraversata dal fiume Gallo d’Oro, che dopo circa tre chilometri a valle della Riserva, confluisce nel fiume Platani.

La presenza di ambienti sotterranei, di aree umide caratterizzate da acque dolci, salmastre e sulfuree, di pareti rocciose, contribuisce a valorizzare l’area sotto l’aspetto vegetazionale e faunistico.

Il territorio in cui ricade la Riserva Naturale di Monte Conca è caratterizzato, dal punto di vista geologico, dall’affioramento di un particolare tipo di rocce denominate “evaporiti”.

Queste rocce hanno avuto origine in un lasso di tempo intorno a 6 milioni di anni fa circa, quando, secondo le teorie più accreditate, il Mare Mediterraneo si prosciugò quasi completamente per interruzione dei collegamenti con l’Oceano Atlantico.

In tale contesto ambientale, a causa della forte evaporazione delle acque marine, sul fondo dei bacini in via di prosciugamento si depositarono considerevoli spessori di rocce evaporitiche, tra le quali le più comuni sono rappresentate da un particolare tipo di calcare, dal salgemma, dal gesso, dai sali potassici.

Un luogo incontaminato dove l’unica cosa che mozza il fiato è il panorama!