valledeitempli

Tra le capre girgentane

Scritto il 07/02/2019

L’azienda agricola dista dieci minuti dalla Valle dei Templi e può offrire una delle esperienze più emozionati del territorio. Immergendoti nella campagna agrigentina, puoi conoscere due giovani, ora divenuti genitori di tre bambini, che hanno scelto di vivere a contatto con la natura e in particolare con le ultime capre girgentane, seguendo la tradizione dei pastori più antichi, pur non provenendo da famiglie di allevatori o di contadini. E’ la passione a guidare i loro passi. Lo dimostrano i racconti storici e mitologici con cui accompagnano la visita. Puoi assistere al ritorno delle caprette dal pascolo, al loro rientro nel caprile, ciascuna al proprio posto, alla toelettetura, alla mungitura. Puoi seguire gli allevatori al caseificio per osservare la delicata e complessa lavorazione dei formaggi caprini. Puoi anche degustare i formaggi  accompagnandoli con del buon vino locale.
Valeria Casuccio e Giuseppe Scozzari hanno scommesso sull’allevamento e la tutela di questa razza autoctona della provincia di Agrigento, a rischio estinzione, oggi presidio Slow Food per i caprini derivanti da un latte a basso contenuto di grassi e dalle incredibili e straordinarie proprietà. Valeria e il marito sono soci fondatori dell’Associazione Capra Girgentana, che riunisce 8 allevatori della provincia.
Il nome della capra girgentana deriva da Girgenti (oggi Agrigento) ed è un animale caratteristico per le lunghissime corna a spirale (o a turacciolo). Il pelo e le corna ricordano soggetti asiatici ancora viventi allo stato selvatico e la sua origine, secondo alcuni, va ricercata fra le capre del Tibet (nella zona dell’Himalaya). Altri la ricollegano alla Mark-hor, detta anche Falconeri, dal nome di Falconer, il naturalista inglese che per primo la notò nell’Afghanistan settentrionale e nel Belucistan.
Per info o prenotazioni puoi consultare i link

The post Tra le capre girgentane appeared first on Visit Valle dei Templi.